Storia Del Canottaggio

 
Le prime regate di canottaggio dell'era moderna risalgono alle seconda metà del 1700 e furono disputate dai barcaioli del Tamigi. Il canottaggio divenne nel tempo molto popolare, attirando così  l'interesse di molte persone che si assiepavano lungo le rive dei fiumi per assistere alle regate. Nel 1829 viene disputata la prima sfida tra le Univesità di Oxford e di Cambridge, nata da un idea di due amici; solo nel 1836 la regata viene disputata per la prima volta sul percorso di 6 miglia tra Putney e Mortlake e del 1845 la "Boat Race" diventerà un appuntamento annuale, famoso in tutto il mondo e conoscerà le sue uniche interruzioni in occasione delle guerre. Il canottaggio molto popolare e praticato nel mondo anglo-sassone, ben presto prese piede anche nel resto d'europa, tant'è che nel 1892 a Torino presso la Reale Canottieri Cerea venne fondata la Federation Internationale des Societes d'Aviron, (F.I.S.A.) e dal 1900 diventa specialità Olimpica. Il costante aumentare dei praticanti ha portato nel corso degli anni l'introduzione ai campionati mondiali di categorie quali: juniores, pesi leggeri fino ad arrivare ai giorni nostri con gli under 23 nel 2005, diverse dall'originaria ed unica "categoria Elite" oggi detta Senior Assoluti,  che, comunque resta ancor oggi la categoria più ambita in qualsiasi tipo di manifestazione, benchè il nome abbia perso parecchio del suo fascino, resterà sempre la categoria che ha dato alla storia del canottaggio atleti indimenticabili così come lo sono state le loro gare: i fratelli Abbagnale e Sir  Redgrave.